Quattro anni senza Giulio: le iniziative in Piemonte

Sabato 25 gennaio 2020 le attiviste e gli attivisti di Amnesty International Piemonte e Valle d’Aosta organizzeranno numerose iniziative sul territorio per ricordare il quarto anniversario dalla scomparsa, al Cairo, di Giulio Regeni.

Alle 19.41 di quel giorno del 2016 il nome di Giulio Regeni si unì a quelli dei tanti egiziani e delle tante egiziane vittime di sparizione forzata e poi di tortura e di omicidio.

Sono trascorsi quattro anni da quel 25 gennaio e le autorità egiziane si ostinano ancora a non rendere noti i nomi di chi ha ordinato, di chi ha eseguito, di chi ha coperto e ancora copre il sequestro, la tortura e l’omicidio di Giulio. Sin dall’inizio esse hanno scelto la tattica del depistaggio, della perdita di tempo, delle promesse non mantenute. Loro interlocutori sono stati quattro diversi governi italiani che non hanno saputo o voluto chiedere con la necessaria costanza e fermezza la verità per Giulio.

In questi quattro anni su numerosi edifici pubblici, scuole, università, balconi di abitazioni private è stato affisso lo striscione “Verità per Giulio Regeni“. Quello striscione sarà di nuovo presente sabato 25 gennaio per dire che nessuno si tirerà indietro, nessuno si fermerà fino a quando la verità non sarà svelata.

ATTIVATI: Vedi la mappa interattiva delle città italiane dove sono state programmate iniziative; la mappa è in costante aggiornamento. Vedi gli striscioni “Verità per Giulio Regeni” del Piemonte e Valle d’Aosta. Firma l’appello di Amnesty Italia per chiedere “Verità per Giulio Regeni”; l’appello ha superato le 121.000 firme.