GRECIA: processo-farsa per due soccorritori

06.01.2023 >

“Sarah e Seán hanno fatto ciò che avrebbe fatto chiunque di noi nei loro panni. Aiutare le persone che rischiano di annegare in uno dei percorsi marittimi più mortali d’Europa e assisterle una volta a terra non è un reato. Questo processo rivela fino a che punto le autorità greche siano disposte ad arrivare per contrastare l’assistenza umanitaria e scoraggiare i migranti e i rifugiati dal cercare riparo sul loro territorio. È quanto sta accadendo anche in altri stati europei. È farsesco persino che si celebri un processo del genere. Tutte le accuse devono essere immediatamente ritirate”.

Nils Muižnieks
Direttore di Amnesty International per l’Europa