Le Azioni Urgenti

Il programma Azioni Urgenti ha lo scopo di salvare persone che vivono situazioni di emergenza per quanto riguarda i Diritti Umani. Si tratta di un metodo di risposta rapida realizzato per proteggere individui la cui vita o integrità fisica è in pericolo.

CHI CERCHIAMO DI AIUTARE ?

Le Azioni Urgenti sono utilizzate per salvare prigionieri che vengono torturati o che corrono il rischio di esserlo, che hanno bisogno di cure mediche o che rischiano l’esecuzione capitale immediata. Vengono attivate nei momenti critici dei processi per tutelare prigionieri politici da trattamenti iniqui, per ritrovare persone “scomparse”, per aiutare richiedenti asilo che, se rinviati al loro paese, rischiano di subire violazioni dei Diritti Umani.

COME FUNZIONA IL SISTEMA AZIONI URGENTI

La velocità è vitale. Amnesty International, rilasciando un’Azione Urgente, attiva una rete mondiale di attivisti che inviano messaggi in tempo reale al Governo target. La scheda dell’Azione Urgente contiene tutte le informazioni necessarie: la situazione dettagliata, il testo consigliato per l’appello, gli indirizzi ai quali inviare l’appello e il tempo limite entro il quale concludere l’azione. Sovente si tratta di indirizzi mail e quindi il processo di invio è semplice, economico e richiede un tempo minimo.

COSA PUOI FARE

Su questa pagina, qui di seguito, puoi trovare alcune Azioni Urgenti rilasciate in questi giorni dalla nostra Organizzazione. Partecipa anche tu: leggi le informazioni e poi invia l’appello. Avvisaci tempestivamente con una mail nel caso ti pervenisse una risposta dalle autorità target.

SCRIVI UNA LETTERA, SALVA UNA VITA

CHINA – CHANG WEIPING

Human rights lawyer Chang Weiping, known for defending the rights of people facing discrimination, was taken away by police officers in Baoji City, Shanxi Province, on 22 October 2020. He is being held incommunicado under “residential surveillance in a designated location” (RSDL) on suspicion of “inciting subversion of state power”. The arrest came six days after Chang posted a video on YouTube sharing details about his experience of torture during the 10 days he spent in RSDL detention in January 2020.

16 November 2020, Index number: ASA 17/3333/2020

Please take action as soon as possible until: 16 January 2020


AZERBAIJAN: ELCHIN MAMMAD

Azerbaijani human rights defender Elchin Mammad was sentenced to four years in prison on 14 October. He was arrested on 30 March on trumped up charges of theft and illegal possession of weapons and has remained behind bars since. Elchin Mammad is appealing the conviction. He is a prisoner of conscience and should be released immediately and unconditionally.

13 November 2020, Index number: EUR 55/3340/2020

Please take action as soon as possible until: 8 January 2021


IRAQ – ALI JASEB HATTAB AL-HELIJI

A year has passed since Ali Jaseb’s abduction by armed men suspected of belonging to the Popular Mobilization Unit. Despite the Prime Minister’s promise to investigate his whereabouts, there continues to be lack of progress in his case, now compounded by repeated threats to the family.

5 November 2020, Index number: MDE 14/3310/2020

Please take action as soon as possible until: 31 December 2020