Write for Rights 2020

Cos’è Write for Rights

Ogni anno torna la nostra maratona di raccolta firme. Un’iniziativa che termina il 10 di dicembre, data simbolo nella storia dei diritti umani. Proprio in quella data, nel 1948, nacque la Dichiarazione universale dei diritti umani. Il testo, di grandissima attualità ancora oggi, è per noi un faro e una guida nel nostro impegno quotidiano in difesa dei diritti di tutti.

Perché è importante

Write for Rights è una campagna globale che produce degli effetti concreti. Ogni firma è importante perché ci aiuta a fare una grande pressione su governi e istituzioni. Negli anni, proprio grazie al coraggioso sostegno di migliaia di persone, siamo riusciti a ottenere giustizia per alcuni dei protagonisti delle scorse maratone.


FIRMA PER GUSTAVO GATICA

“Ho donato i miei occhi affinché il Cile si svegli“.

Gustavo Gatica è rimasto cieco dopo essere stato raggiunto da proiettili sparati dalla polizia durante una protesta in Cile. L’8 novembre 2019, lo studente di 21 anni stava manifestando in piazza insieme a milioni di persone per l‘aumento del costo della vita e delle diseguaglianze nel Paese. La polizia ha sparato ad altezza uomo sulla folla e Gustavo è stato colpito ad entrambi gli occhi, rimanendo per sempre cieco. Un danno enorme. Le forze di polizia hanno reagito ai manifestanti con forza eccessiva. Ora dobbiamo far pressione affinché sia chiamato a rispondere anche chi era nelle posizioni di comando nella polizia.

Il 20 agosto 2020, il Procuratore nazionale ha formalmente accusato un agente per gli attacchi e le lesioni a Gustavo e ha aperto un’indagine nei suoi confronti. Siamo un passo più vicini alla giustizia e proprio per questo dobbiamo continuare a fare pressione.


FIRMA PER NASSIMA AL-SADA

Nassima al-Sada sta pagando con un carcere durissimo la sua lotta per i diritti delle donne in Arabia Saudita.

È tra le 13 attiviste di spicco arrestate e processate perché rivendicavano il diritto delle donne a guidare e a svolgere attività quotidiane senza il permesso di un “tutore” maschio.

In carcere è stata maltrattata, posta in isolamento per un anno intero. Ha il permesso di telefonare alla sua famiglia una volta a settimana, ma non può ricevere visite, nemmeno quella del suo avvocato.

L’Arabia Saudita deve liberare immediatamente Nassima.


FIRMA PER MELIKE E ÖZGÜR

Per aver difeso il diritto ad amare, Melike Balkan e Özgür Gür rischiano fino a tre anni di carcere in Turchia.

Iscritti alla facoltà di biologia, Melike e Özgür sono attivisti del Gruppo di solidarietà lgbti dell’Università tecnica del Medio Oriente di Ankara, col quale hanno organizzato svariate parate, riunioni ed altri eventi.

Sono stati arrestati nel 2019 insieme ad altri manifestanti, solo per aver preso parte a un sit-in pacifico in occasione della giornata dell’orgoglio Lgbti.

Le accuse contro Melike e Özgür devono essere annullate ora.


FIRMA PER KHALED DRARENI

Come molti giovani algerini, Khaled Drareni vuole costruire un futuro migliore per la sua nazione.

Per questo è stato arrestato più volte, l’ultima nel marzo 2020, semplicemente per aver svolto il suo lavoro di giornalista.

“Perché qualcuno dovrebbe astenersi dal dire la verità?” continua a chiedere al suo amico Nabila. “Perché davvero?!“.

Chiedi all’Algeria di liberare Khaled ora!


FIRMA PER JANI SILVA

Nata nel cuore dell’Amazzonia colombiana, Jani Silva ha dedicato la sua vita alla difesa della foresta.

L’amore per la sua terra ha visto Jani lottare con coraggio contro alcune compagnie petrolifere che minacciano la sopravvivenza della sua comunità. Jani è stata pedinataintimidita da sconosciuti e minacciata di morte. La pandemia da Covid-19 ha peggiorato la situazione, costringendo gli attivisti a stare a casa e limitando la loro protezione.

Difendo il mio territorio e per questo qualcuno mi ha puntato una pistola alla testa. Mi volevano morta. Io resisto. Non possiamo lasciarci sopraffare dalla paura“.

Chiedi protezione per Jani.


LA TUA MARATONA PER I DIRITTI


La storia di cinque persone che, come te, credono in mondo più giusto, la lotta quotidiana di chi con coraggio mette a rischio la propria vita per difendere i diritti di tutti. Ogni firma servirà per dare loro sostegno e ci aiuterà a fare pressione su governi e istituzioni per ottenere giustizia.